<< Torna a Catalogo Opere

VARIAZIONI PER PERCUSSIONI

per vibrafono e strumenti a suono indeterminato
grado di difficoltà: medio-alto
durata complessiva: 7’30’’ ca.
anno di composizione: 2005
I esecuz. assoluta: 10.9.2005,
Fondazione Calderara, Vacciago di Ameno
(lago d’Orta)
percussionista: Riccardo Balbinutti
proprietà dell’autore
pubblicate in questo sito nelle “Musiche in formato PDF”
OPERA DEPOSITATA ALLA SIAE



Come proclama il titolo, la composizione allude a un’antica pratica, quale è quella della Variazione, così colma di secolari e magistrali esiti da indurre ritrosia in chi pretendesse con quegli esiti misurarsi. Se gli sgomentevoli capolavori sconsiglierebbero l’incauto autore dall’ispirarvisi, la tecnica della Variazione è talmente introiettata da ogni compositore che non è dato ad essa sottrarsi, titubanza permettendo.

Dall’antica prassi Variazioni per percussioni differisce però anche per il Tema che è già una Variazione, essendo costituito e da una primigenia Serie pitagorico-seriale e dalla sua reiterazione, variata secondo le tecniche “a specchio”. Esposto lo psudo-tema, arcanamente pausato da tamtam e gran cassa, seguono quattro Variazioni,  di concezione non ortodossa e in progressiva accelerazione e concitazione. Di ragguardevole impegno esecutivo. Variazioni è dedicato a R. Balbinutti.