<< Torna a Catalogo Opere

SCATOLE CINESI


per vibrafono e strumenti a suono indeterminato
grado di difficoltà: medio-alto
durata complessiva: 8’ ca.
anno di composizione: 2005
I esecuz. assoluta: 20.11.2005
Triennale di Milano
percussionista: Riccardo Balbinutti
proprietà dell’autore
OPERA DEPOSITATA ALLA SIAE

Il brano fu predisposto per un happening musicale coincidente con l’inaugurazione di una mostra fotografica dalla Triennale di Milano dedicata alla Cina e frutto del lavoro del fotografo J. Delano (martedì 20 ottobre 2005, ore 18,30) e il successivo concerto previsto per il 20 novembre 2005, alle ore 11,30.

Scatole cinesi sovverte i rapporti formali comunemente instaurati fra Tema e sue Variazioni. Nel caso di Scatole cinesi le Variazioni contengono segmenti del Tema che è proposto nel decorso del pezzo con carattere d’Interludio estatico immerso in un contesto spumeggiante. Lo pseudo-tema, frammentato nel modo suddetto, è costituito da una primigenia Serie pitagorico-seriale variata secondo le tecniche “a specchio”. Gl’Interludi tematici sono arcanamente pausati da tamtam e gran cassa. Il frenetico contesto nel quale sono calati evolve con progressiva accelerazione e concitazione.