<< Torna a Catalogo Opere

FLÜGELSYMPHONIE

per orchestra e pianoforte concertante
grado di difficoltà della parte pianistica: medio-alto
grado di difficoltà per l’orchestra: medio
durata: 25' ca.
opera in fieri
proprietà dell’autore
(le parti saranno disponibili a noleggio)
(3.3.3.3. - 4.3.3.1. - Tp. - Cel. - Ar. - 4 Perc. [Mr., Xyl., Vibr., Cp., Glock., 2 Tt. (grande e picc.), 7 Rototoms, 5 Cen., Trg., 8 G., Gc., 5 Ps., C. chiara, C. rull., 6 Crot., 2 Bg., 2 Timbales, 2 Congas] -A.)




Piano generale dell'opera
Il primo movimento comprende cinque episodi, nel corso dei quali cinque gruppi omogenei di fiati dialogano con il pianoforte: ciascun episodio contrappone al pianoforte un gruppo differente. Conclude il primo movimento un’estesa coda, destinata all'intera orchestra. (I cinque episodi sono in gran parte già realizzati).
Il secondo movimento coinvolge soltanto il pianoforte e cinque percussionisti (quattro più il timpanista), con esclusione di ogni altro strumento dell'orchestra. Non è un tradizionale Adagio – al centro di due Allegri - ma una lunga cadenza del pianoforte, con una cospicua presenza della percussione. Decorsi lenti s’inseriscono all'interno di un movimento dal carattere complessivamente rapido e incalzante. (La parte finale di questo movimento è compiuta nella versione esclusivamente pianistica: versione che ha preceduto quella per pianoforte e percussione. Con quest’ultimo organico il secondo movimento non è completato).
Nel terzo movimento il ruolo prevalente è affidato all’orchestra. Il pianoforte interviene con un ruolo concertante.
La tecnica compositiva usata comporta l’impiego esclusivo di codici numerici, non usati in una prospettiva scientista, ma come stimolatori d’immagini desuete: leggibili, in seconda istanza, come virtuali situazioni formali, da condurre a plastica determinazione.