<< Torna a Catalogo Opere
ANÈMONE

per pianoforte solo
(appartiene ad una Antologia di autori contemporanei
dal titolo PASSAPORTO PIANISTICO PER IL 2000)
grado di difficoltà: medio
durata: 3’ ca.
anno di composizione: 2002
edizioni Nuova Carisch 2003, Milano
OPERA DEPOSITATA ALLA SIAE


La forma di Anèmone si sviluppa in tre pagine, per una durata di 3’ ca. L’architettura formale del brano allude a quella del Rondò: immette nel contesto del pezzo coppie di gesti formali, dialetticamente contrapposti, per poi abbandonarne uno, conservandone l’altro. Quest’ultimo - in deroga al Rondò storico - non è riproposto identico a se stesso ma ricreato in modo tale da poterlo agevolmente riconoscere, ancorché variato.
Nel divenire del pezzo si riserva al gesto preservato dall’accantonamento la stessa sorte precedentemente toccata a quello accantonato: sarà esso stesso cancellato. Si potrebbe così sintetizzare la strategia formale perseguita: dati due oggetti e dopo manifesta esibizione di entrambi, uno è fatto sparire a beneficio di un terzo che prende il posto di quello cassato. Al superstite della coppia iniziale compete di permanere nel dialogo con il terzo, per assicurarne la continuità.
In virtù di tale strategia la forma perviene al proprio epilogo con consequenzialità, sempre consentendo l’agevole captazione dei gesti formali coinvolti in nuovi accoppiamenti.